Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Febbraio, 2014

Qualcosa di giallo, qualcosa di prestato, qualcosa di vecchio e qualcosa di nuovo

Cosa mi porto dietro come bagaglio del mese che sta per finire?

Qualcosa di nuovo: il corso su "Social network che funziona", formazione di due giorni tiratissimi dove ci hanno imbottito di esperienze e di competenze che normalmente vengono trasmesse in una settimana. Ne sono uscita con la testa che sembrava un frullatore, ho preso consapevolezza che spesso mi manca metodo ma che sono capace di intuizioni e profondità di pensiero... insomma, che compenso le mancanze con il pensiero laterale, a volte.


Qualcosa di vecchio: rancori e piccole invidie che non dovrebbero esserci e che invece ogni tanto fanno capolino. E la voglia, a volte, di attaccare a gran voce chi inganna e si inganna. (Poi penso che guardare la pagliuzza nell'occhio altrui è ben più facile che guardare la trave nel proprio, e taccio).

Qualcosa di prestato: lo sguardo cauto e diffidente dapprima e disarmato e sorridente dopo. Quello che il piccolo si mette addosso ogni volta che deve affrontare una situazion…

aggiornamenti

Ho la scrivania che è un mezzo delirio, il cervello impantanato che cerca di uscire dal loop, nessun programma per il weekend e assoluta necessità di fare cose - vedere gente.
Due giorni di corso di aggiornamento a Milano mi hanno fatto capire meglio alcune dinamiche, e hanno sottolineato la mia 'orsitudine'. Io sono fatta per avere pochi e selezionati contatti con le persone che stimo, apprezzo e con cui sono a mio agio.

E se la vita fosse davvero così sarei una persona privilegiata.
Non che io non lo sia, anzi.
Diciamo che ho patito alcuni compagni di corso, diciamo :D

Effetti collaterali del giro degli ultimi giorni?
a) la dietaaaaaa - consueto panico dei primi mesi dell'anno. Ma non temete, passa in fretta
b) i matrimoniiiiii - era uno , poi quell'uno pare saltato (per il matrimonio in questione bisogna aspettare che si dipanino i nodi della burocrazia) ma è stato subito rimpiazzato da un altro, il ... 19? 24? luglio (già non ricordo la data, ho la memoria a colabr…
Non scriverò più dei miei sogni, che affollano le mattine tra un richiamo infantile e il suono della sveglia, in quella specie di limbo nel quale non capisco mai se è davvero il subconscio che comunica o se sono io che sto già cominciando a "lavorare" e trasformo i pensieri in sogni perchè siano appena un pochino più lievi da sopportare...

Scriverò di profumi invece. Dopo un paio d'anni di refrattarietà agli aromi di qualsivoglia genere (ma complessivamente contenuti nelle boccette che si trovano nei negozi specializzati) finalmente sono tornata a tollerare i profumi.
E mi sono precipitata a comprarne uno, prima che mi passasse di nuovo la voglia.
Ho un profumo "caldo", invernale, che uso quando voglio sentirmi bella ed elegante: è Miss Dior Chèrie. Ma non fa abbastanza freddo, non è abbastanza inverno per quello.
A Roma, sotto il diluvio torrenziale dei giorni scorsi, ho trovato un profumo agrumato, leggero, che sa di pulito e di fresco:una acqua di colonia all…