Post

Visualizzazione dei post da Maggio, 2011

è ufficiosamente cominciata

Una nuova stagione.
Politica, con le vittorie - praticamente ovunque - dei candidati delle opposizioni (non si può parlare di una sola opposizione, visto che Pisapia, neoeletto sindaco di Milano, è "vendoliano", mentre il nuovo sindaco partenopeo è del gruppo Italia dei Valori). Di entusiasmo, con tutte le reazioni viste in tv ieri sera (La7 sopra tutte).
Climatica, anche: con il caldo di ieri posso dire che è arrivata l'estate? Se non altro perchè io l'ho patito, il caldo...

Certo, se finisse presto questa sarabanda di annunci da fare e commenti da subire sarei più contenta, ma visto che ho accettato di salire sulla giostra, adesso giro. E poche storie.
L'unica cosa che decisamente non cambia è l'allergia... occhi lacrimanti e naso che cola, anche stamattina!

finalmente è venerdì

In questa settimana che - per la mia testolina bacata - era composta da lunedì, giovedì, giovedì e giovedì, finalmente siamo quasi arrivati alla conclusione.
Se è vero quello che dicono - e cioè che le coccinelle portano fortuna - allora il mio venerdì dovrebbe essere molto fortunato... visto che una coccinella ha scelto il mio foulard come dimora stabile per una decina di minuti buoni.

estratti di stanchezza lavorativa

collega: "M, ti ha cercato Luca XXX. Ha chiesto se lo richiami"
io: "Ma sei sicura che cercasse me? ndr: conosco bene questo collega di Milano, ma di solito ha bisogno di parlare con chi si occupa di area tecnica - o al limite con l'amministrazione"
collega: "Mah, sì ha chiesto di te e ha detto che era abbastanza urgente"

mi impegno, trovo il telefono e chiamo (dopo una lunga pausa musicale, ovviamente)

lui: "Luca XXX, azienda YYY buongiorno"
io: "Ciao Luca sono M. come stai?"
lui: "Uh ciao M., bene grazie e tu?"
io: "bene, tutto a posto. mi hanno detto che avevi bisogno di parlarmi"
lui: "... 
      ...      io??" io: "ecco, mi pareva. Hai chiamato per parlare con Y, vero?"
lui: "....
      ....       ......       veramente io oggi non ho chiamato da voi... "

fenicotteri

Questa mattina ho visto i fenicotteri rosa nel Parco delle Saline!
Non avevo ancora mai visto un gruppo di fenicotteri dal vero... Un buon modo di cominciare la giornata.

era una giornata

... cominciata come si deve. L'ultimo sms della notte, letto appena sveglia, mi aveva aiutata nel risveglio 'bello'. Poi non so bene che cosa sia successo, la giornata è rotolata lentamente in basso.
Ci sono giornate così, che partono bene e poi, senza motivo apparente, diventano una schifezza.
Mi sento un po' sola - pur sapendo che non lo sono: ma il sentire e l'essere coincidono solo per quei fortunati che hanno una vita sempre coerente (non io, anche se mi sto impegnando).

E adesso, che sono quasi le cinque del pomeriggio, ho mal di testa, i piedi doloranti, l'impressione di avere una valanga che mi rincorre come un'ombra e che si blocca non appena cerco di affrontarla....
Questa sera esco, forse me ne infischio e bevo un po' di birra.

ultimo

Ultimo giro, per qualche settimana almeno. Il mare della Liguria è diverso dall'Adriatico rivierasco. Più freddo, in diversi punti più trasparente, più profondo. Meno comodo, ma più mare.
Spiaggia di Lerici, promossa. Perlomeno, promossa a fine maggio...

... seconda parte

E se mi è piaciuto moltissimo girare per il parco de La Mandria, domenica, ho trovato invece molto meno interessante andare a visitare un parco di divertimenti nel bergamasco, nel suo giorno di chiusura al pubblico. Il parco può essere molto interessante - o molto noioso; la zona degli animali risuonava di versi e la pace del parco conciliava, ma dovevo provare ad immaginarlo pieno di gente...  temo sia un carnaio...
Quello che mi ha irritata oltre misura è stato l'essere abbandonata al mio destino, in attesa di un bus che mi riportasse in città senza nemmeno sapere dove esattamente fosse la fermata del bus medesimo. Erano le due del pomeriggio, sole a picco, parcheggi vuoti e le macchine che sfrecciavano in autostrada... non esattamente un paesaggio attraente.


Tra le pillole sparse di questi giorni, io ho:
assistito a una partita di pallavolo persa non solo per bravura delle avversariefatto telefonate importantichiacchierato a ruota libera di Italo Calvino e di Gianni Rodaricompra…

La casa di mia cugina grande è più piccola della casa di mia cugina piccola

.. ma è più bella, calda e accogliente.
Sono andata in giro per parenti, nel weekend, e per lavoro nei primi due giorni della settimana.
Insomma, torno ora, piena di sensazioni, persone, parole, sentimenti e molto altro.

Sulla strada di Pecetto ci sono già i contadini con i cesti di ciliegie appena colte, da vendere e da mangiare una dopo l'altra senza sosta. La cugina grande mi ha prestato la sua macchinina, per andare e tornare dalla città, e ho scoperto che guidare la panda è divertente, se non hai intenzione di superare i limiti di velocità - in caso contrario diventa ben presto una tortura. Elisa, la figlia piccola della cugina piccola, è diventata non solo bellissima (questo già si sapeva, alta bionda occhi verdi e una piccolissima malattia della pelle che la fa sempre sembrare lievemente truccata di ombretto rosa intorno agli occhi) ma anche molto serena, piacevole, chiacchierina e socievole.
Le mie compagne di liceo - la bionda e la mora, le persone a cui sono legata da più…

e' già tempo.

E' già di nuovo tempo di oroscopo settimanale. Come sempre, prendo le perle di intuizione di Rob Brezny. Ma stavolta spizzico, e copio solo alcune parti che possono fare da monito per la settimana...
Sagittario [...] Nelle prossime settimane non devi concederti di essere neanche leggermente superstizioso. Hai l’opportunità di liberarti di alcune delle tue paure irrazionali, delle tue teorie infondate e dei tuoi feticci compulsivi. Non sto dicendo che tu ne abbia più del resto di noi. È solo che ora hai più potere rispetto a noi di rompere il loro incantesimo. Acquario [...] La mia lettura dei presagi astrali indica che forse anche tu ti stai preparando a combattere una bestia che non esiste. Per fortuna, sei anche perfettamente in grado di rendertene conto, di interrompere questa inutile impresa e reindirizzare le tue energie verso qualcosa di più utile.

dei sogni, ancora e di nuovo

Anche stanotte ho sognato. Non è la prassi, ma in questi giorni sta tornando ad essere una abitudine.

Questa volta il protagonista era il mio collega G., una persona pacata, positiva e di solito sorridente, improvvisamente investito del compito non facile diarchitetto riorganizzatore di spazi. Insomma, nel sogno cambiavamo ufficio e spettava a lui dividere questo enorme spazio vuoto in tanti spazi ragionevoli e funzionali.
Il nostro ufficio nuovo - nel sogno - è un grande locale piastrellato, come in una casa di campagna degli anni '60, con il lavello gigante in un angolo e il mosaico piccolo di ceramica a circondare la zona lavello. Ci sarebbe stata benissimo una donna con il grembiule e il fazzoletto in testa, a lavare i panni, in quella specie di lavatoio. G. mi dice, appoggiato sul tavolo di fortuna intorno al quale lui ed io stiamo guardando i progetti,:"Ecco, vedi, qui verrebbe tutto diviso in questo modo, ma tu e questi altri dovrete - credo, se non ho capito male - andar…

Suoni e rumori

Ho lo stomaco che gorgoglia dalla fame (stamattina ho saltato la colazione), la testa che macina incessantemente con un sordo rumore di ingranaggi, la vita che scorre improvvisamente densa e rallentata.
Frulla un lieve battito d'ali, è un pensiero che torna insistente, che ha bisogno di uscire.
Io non ricordo cosa viene detto nelle telefonate notturne. Non so proprio. Ho solo memoria di una frase lapidaria, e ho vaga la percezione di una mia reazione ... pacata, diciamo. Ma il resto è avvolto nella nebbia del sonno.

Torno alle mie scritture difficili, poesia di equilibrio e dettaglio normativo, tutto in una sola pagina.

ottimismo della volontà

vince su pessimismo della ragione (che deve essere andata in ferie a tempo indeterminato, visto che del pessimismo non c'è traccia. Tristezza, consapevolezza. Ma non pessimismo)

sarà di nuovo un weekend di movimento

Da oggi e fino a lunedì sarò di nuovo in modalità trottolina. Ma la prossima settimana vi racconterò. Buon sabato.

edit dopo qualche giorno: domenica otto maggio è stata una giornata di grandi comunicazioni.

L'oroscopo di internazionale

Equilibrio e simmetria non sono più valori così importanti. Di sicuro non vale la pena trasformarli in un’ossessione né litigare per loro. Anzi, ti consiglio di coltivare un talento disinvolto per l’elegante asimmetria. Apprezza la bellezza dell’irregolarità. Fai attenzione ai dettagli incongrui e alle angolature strane che rivelano nuove, importanti verità e ti forniscono esattamente quello di cui hai bisogno. Perfino i cosiddetti errori e difetti possono portare a eventi fortunati.
Così parlò Rob Brezny per il Sagittario, fino al 12 maggio. 

noi in ufficio siamo avanti

... non riusciamo ad emergere dal caos della programmazione a breve termine, ma di tanto in tanto abbiamo imprevisti lampi di genialità.
Per esempio, proprio ora si sta disquisendo sulla prossima fiera: Ecomondo, che per intenderci è in programma dal 9 al 12 novembre.
E ci si chiede dove andremo a fare la cena di gala...

signorina bon ton

Attenzione: questo è un post frivolo. Si parla di abbigliamento. 
Una premessa: sto ingrassando. Un poco.
E quindi non indosso più i capi che qualche mese fa mi andavano a pennello.
Ho dovuto spulciare nell'armadio per decidere cosa mettere (Aaa... non ho niente da mettere!)

Ieri mi sono presentata in ufficio con un golfino abbottonato, grigio, sopra ad una magliettina nera. I pantaloni gessato blu scuro - bianco e un girocollo di perle (regalo negli anni della Nonna Ottavia) completavano l'insieme. Una collega mi ha detto "ma come sei... signorina bon ton oggi!".
Mi sono riguardata allo specchio, e ho pensato che sì, forse lo ero, ma non sembravo del tutto io.

Stamattina: lo stesso golfino e la stessa collana, ma senza maglietta nera e con - in aggiunta - una sciarpa variegata sui toni dell'azzurro turchese mi fanno sentire molto più a mio agio.
E continuo ad avere l'aria da signorina bon ton. Più personale, però. Mi piace

la vita in movimento

Che una si fa tutti i piani, si prepara, si convince che sarà così e così.
Poi un intoppo, un imprevisto, uno scalino che compare improvvisamente fa saltare tutti i piani.

Per esempio, in questo weekend di Primomaggio, avevo pensato di andare a vedere gli aquiloni. Con un po' di fortuna e di pazienza, avrei magari provato a farne volare uno pure io. E invece niente: l'amico degli aquiloni non è sceso in riviera.
E allora mi ero organizzata per salire al Nord, e andare (non solo) dal barbiere a farmi tagliare i capelli. E invece niente, un meccanismo inceppato, un ammalato di troppo e il ritardo del sabato mattina al laboratorio analisi del sangue mi ha fatto rimandare la questione parrucco e le questioni collegate.
E alla fine avevo pensato che sarebbe stato bello passare il pomeriggio in piscina, a sguazzare.... ma niente da fare nemmeno per quello. Mi sono addormentata sul divano, e il risveglio è stato un po' troppo tardo per permettere qualsiasi piccola tappa natatoria…