Post

Visualizzazione dei post da Settembre, 2015

inconscio e chiare lettere

Lo so, sogno spesso quando ci sono 'movimenti' nella vita reale, mentre registro la calma piatta onirica quando tutto sommato non devo rielaborare molto il vissuto quotidiano.
Poi ci sono volte in cui i sogni sono belli chiari, già interamente disvelati, e altre in cui non si capisce bene cosa vogliano dire.
E ci sono le altre volte, quelle in cui sono io ad essere particolarmente distratta.
Il sogno di qualche giorno fa rientra nell'ultima categoria.

Un posto pieno di sole, su una collina... forse il sagrato di una chiesa? (ne conosco uno fatto così, è quello di San Vito a Torino...).
Ero bella. Avevo i capelli scuri, come 'prima' (ovvero, come quattro / cinque anni fa). Ma corti , non troppo,solo un po' mossi.
Ero impegnata. O meglio, 'avevo qualcosa da fare' e quindi correvo come una trottola da una parte all'altra per verificare che andasse tutto bene.
C'era una bella strada ampia, e mi sembrava che fosse l'unica percorribile.
Ne…

autunno

E' ufficialmente cominciato l'autunno.
Quella che sta arrivando sarà una stagione di cambiamenti, sul lavoro. Di evoluzioni.
Di piccoli e grandi movimenti.

Per gli amici conosciuti sul web (e non) che presto diventeranno genitori - mese più, mese meno; per coloro che invece hanno visto ridursi drasticamente il numero dei familiari. E per quelli che stanno, di nuovo, cambiando casa, in un continuo flusso e movimento che li fa sentire destrutturati e soli.

Io provo a fare piccoli passi. Ad aggiornare le mie competenze, e a riprendere le fila delle passioni abbandonate tanto tempo fa. Il passo più grande, per ora, è l'aver ufficializzato la mia presenza alla lezione di prova per il laboratorio di teatro. :)

...A Milano, sì, ma sono dettagli... 

Il lago di Molveno

Io adoro stare in montagna.
E troppo spesso dimentico che da ragazzina avrei voluto andarci a vivere, in montagna.
Poi i casi della vita, la poca volontà, le scelte e chissà cosa altro mi hanno portata lontano. Ma continuo ad essere rigenerata e sorridente solo in montagna.
Così, alla domanda "come sono andate le tue vacanze?" non posso che rispondere
"Bene" con un sorriso a trentadue denti.

E con qualche chicca di Carlo:
- nuova definizione di cascata , "uno sciacquone grandissssssimo!"
- dichiarazione base ogni volta che ci trovavamo tutti insieme attorno al cibo, che fossimo al ristorante o a fare un picnic in mezzo al prato, "è bellissimo qui mamma vero?"
- "quando andiamo a casa mia in via belvedere?" "stiamo tornando a casa, dai nonni, carlo" "no! mamma! riportami subito al lago di Molveno, in via belvedere! ho detto subito!!!"
- il fascino della malga in quota: gli adulti incantati a guardare gli asini che pa…