incubatrice?

Non ne sono certa, ma tra pochi giorni potrei scrivervi dal mio letto mentre cerco di non avvilirmi per aver preso la varicella...
Sì, l'ha presa mio figlio, ed è esplosa il primo di giugno. Quindi per ora siamo in piena incubazione. O forse no.

Comunque procedo.
Sul lavoro, sistemando e cercando di chiarirmi le idee.
Nella formazione, con il corso di inglese e l'ascolto libero di discorsi anche complessi, e la lettura di 'Bon apétit Monsieur Lapin' (che lo so, è in francese, ma anche quello è tremendamente arrugginito e impolverato), e la visione di 'Let's go Pocoyo' in spagnolo, per imparare i 'colores' (amarillo! Roho! Verde! Azul! Arcoiris!) (ci fa molto ridere, Pocoyo).
Nella diet... OK, NO, QUELLA NO. Sono rientrata nel solito circolo vizioso, consumo pagine di quaderno per creare schemi di dieta da rispettare che ogni volta disattendo o ignoro. Oscillo tra il terrorismo psicologico autoindotto e l'indulgenza un filo compiaciuta perchè mi sono consolata delle brutture della giornata.
Poi mi guardo allo specchio, mi deprimo e ricomincio il circolo.

Qualcuno ha voglia di farmi da coach o da motivatore?


Commenti

monicabionda ha detto…
Ah... non l'ho detto. Ovviamente l'ho presa (la varicella). Dal 14 al 25 giugno a casa.

Post popolari in questo blog

una settimana in montagna, era tanto che non.

#quellavoltache*

Inizio di ottobre, chiusura di un ciclo